info@ius-mind.it
Partita Iva 12631011009

Fondi europei e finanziamenti

eu

 

Finanziamenti europei a gestione diretta (finanziamento tematico)

Per l’attuazione dei programmi comunitari,   la Commissione euopea eroga  fondi europei a gestione diretta definiti “tematici” poiché riguardano le diverse politiche settoriali pluriennali dell’UE di carattere “interno” (ambiente, ricerca, cultura, competitività, etc.) ed “esterno” (supporto allo sviluppo dei Paesi Terzi) e rappresentano circa il 22% del bilancio dell’Unione europea. Tali fondi sono erogati direttamente dalla Commissione europea o dalle sue Agenzie, attraverso la regolare e periodica pubblicazione di bandi sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, indicando  i requisiti per la parteciapazione, le caratterisctiche  dei progetti da finanziare ed invita i soggetti interessati a presentare le proposte di finanziamento.
L’erogazione del finanziamento, avviene pertanto senza alcun passaggio attraverso gli Stati nazionali o le Regioni.

I Fondi europei a gestione diretta si distinguono in due tipologie: appalti e sovvenzioni.

 

  • Appalti ( Contracts):

La Commissione europea ricorre agli appalti per acquistare beni e servizi, (compresi  studi, assistenza tecnica, formazione, consulenze, servizi di conferenza e pubblicitari, ecc. ) o opere, al fine di consentire il funzionamento delle istituzioni e l’attuazione dei programmi comunitari.

 

  • Sovvenzioni ( Grants)

La Commissione eroga contributi finanziari diretti sotto forma di sovvenzioni a sostegno di progetti od organizzazioni che contribuiscono alla realizzazione di un programma  o di una politica dell’UE.

 

I fondi europei diretti possono essere richiesti da persone giuridiche, pubbliche o private, stabilite negli Stati membri dell’UE o anche appartenenti ad altri paesi che partecipano ai programmi europei di riferimento.

 

Per la partecipazione ai programmi di finanziamento comunitari, é necessario predisporre una proposta progettuale indirizzata alla Commissione Europea o alle Agenzie che operano nell’ambito dei vari  programmi di finanziamento dell’Unione europea.

 

IL PROGRAMMA EUROPEO HORIZON 2020

Il nuovo programma dell’Unione per il finanziamento della ricerca e dell’innovazione – Horizon  2020 – rispecchia l’ambizione di creare idee, crescita e posti di lavoro per il futuro. Horizon  2020 sarà uno strumento essenziale per attuare l’iniziativa faro “L’Unione dell’innovazione”, concretizzare gli impegni assunti in tale ambito e rispondere alle conclusioni del Consiglio europeo del 4 febbraio 2011 e alla risoluzione del Parlamento europeo del 12 maggio 2011 sull’Unione dell’innovazione

Horizon  2020 riunisce tutti i finanziamenti unionali esistenti per la ricerca e l’innovazione, fra cui il programma quadro di ricerca, le attività in materia di innovazione del programma quadro per la competitività e l’innovazione e l’Istituto europeo di innovazione e tecnologia (IET)

Le proposte sono state concepite per massimizzare il valore aggiunto e l’impatto a livello dell’Unione, concentrandosi su obiettivi e attività che non possono essere efficacemente realizzate dagli Stati membri da soli. L’intervento a livello dell’Unione può potenziare il quadro generale della ricerca e dello sviluppo tecnologico e coordinare le attività di ricerca degli Stati membri evitando in questo modo le duplicazioni, mantenendo la massa critica nei principali settori e garantendo che il finanziamento sia utilizzato in modo ottimale.

.

 

Le caratteristiche nuove di Horizon  2020 sono:

 

  • Maggiore semplificazione grazie ad un’architettura più semplice, un unico insieme di regole, un utilizzo semplificato del modello di rimborso dei costi, un unico punto di accesso per i partecipanti, minor burocrazia nella preparazione delle proposte, un minor numero di controlli e verifiche, con l’obiettivo generale di ridurre il tempo medio di concessione delle sovvenzioni di 100 giorni;
  • Un approccio integrato aperto a nuovi partecipanti, per garantire la partecipazione di ricercatori e innovatori eccellenti provenienti da tutta Europa e dal mondo;
  • L’integrazione di ricerca e innovazione, fornendo finanziamenti che coprano l’insieme delle attività che vanno dalla ricerca al mercato;
  • Maggiore supporto all’innovazione e alle attività vicine al mercato;
  • Un forte accento sulla creazione di opportunità di business specie in risposta alle più importanti sfide sociali;
  • Maggiore spazio ai giovani scienziati garantendo loro la possibilità di presentare le loro idee e ottenere finanziamenti.

La Commissione aprirà il programma a un maggior numero di partecipanti in tutta Europa, valutando l’opportunità di sinergie con i finanziamenti a titolo della politica di coesione dell’UE.
Azioni: 

Tre le linee di azione principali:

  • eccellenza nella scienza di base
  • sfide globali
  • leadership industriale e ambienti competitivi.

Tra le varie azioni:

  • Potenziamento dei finanziamenti da enti del settore privato, che si sono rivelati  efficaci nello stimolare gli investimenti privati in innovazioni che conducono alla crescita e a nuovi posti di lavoro.
  • Sostenere la posizione dell’UE in testa alla classifica mondiale nella scienza
  • Contribuire ad affermare il primato industriale nell’innovazione che con un investimento sostanzioso nelle tecnologie di punta, nonché più ampio accesso al capitale e sostegno alle PMI
  • Affrontare i principali problemi comuni a tutti gli europei, ripartiti in 6 settori base: sanità, evoluzione demografica e benessere; sicurezza alimentare, agricoltura sostenibile, ricerca marina e marittima e bioeconomia; energia sicura, pulita ed efficiente; trasporti intelligenti, verdi e integrati; interventi per il clima, efficienza delle risorse e materie prime; società inclusive, innovative e sicure

 

 

Dotazione e gestione  finanziaria

Con una dotazione finanziaria di 78.6 Miliardi di Euro, Horizon 2020 rappresenta il maggiore strumento finanziario a gestione diretta delle istituzioni Europee.

Il programma  viene gestito centralmente dalla Commissione europea e / o delle sue agenzie esecutive, non ci sono contingenti nazionali pre-assegnati, come è il caso per altri settori di spesa dell’UE, come strutturali europei e fondi di investimento (ESIF). Le decisioni in materia di finanziamento sono prese dopo tutte le proposte di progetto sono valutate in maniera indipendente sulla base dell’eccellenza della proposta progettaule.

La partecipazione al programma di finanziamento Horizon 2020 si basa su bandi di gara che sono aperti a persone giuridiche aventi la propria sede in un Paese membro, oltreché a organizzazioni o individuiextra europei. I partecipanti provenienti da paesi associati al programma quadro di ricerca dell’UE (intendendosi per tali paesi contribuiscono al bilancio dell’UE) hanno gli stessi diritti dei partecipanti dell’UE, per altri paesi, la situazione varia. Spetta ai singoli ricercatori, istituti di ricerca, aziende o altre organizzazioni ladecisionedi partecipare sumlla base delle calls for proposals pubblicate dalla Commissione Europea. L’intervento a livello dell’Unione consente la concorrenza a livello continentale per selezionare le proposte migliori, innalzando i livelli di eccellenza e offrendo visibilità alla ricerca e all’innovazione di punta.

I Draft work programs  – che definiscono in termini generali le aree di ricerca che saranno al centro dei primi inviti –  sono consultabili al seguente link alla pagina web ufficiale del programma

http://ec.europa.eu/research/horizon2020/index_en.cfm?pg=h2020-documents